CBD e perdita peso: che cosa bisogna sapere?

Il cannabidiolo, che in molti casi è indicato con la sigla CBD, è un composto naturale che in tutto il mondo guadagna sempre più popolarità. Tra le sue caratteristiche positive, sembra esserci anche quella di aiutare il corpo a perdere peso. Vediamo che cosa è utile sapere.

Da sostanza vietata in tutto il mondo, la cannabis light è diventata un aiuto per milioni di persone. Tutt’ora, è utilizzata come sostanza per rilassarsi e ridurre alcuni lievi dolori. In aggiunta, negli ultimi anni, si sono intensificati gli studi sugli effetti dimagranti che questa sostanza può offrire.

La perdita di peso mediante CBD, che è bene ricordare non avviene per consumo diretto ma sotto forma di pillole o gocce, sembra essere una delle sue caratteristiche più apprezzate. I prodotti in commercio sono molti, tra i più noti non si può non citare kanabialica gocce. La cosa importante, è comprendere bene quale può essere l’aiuto del CBD e quali gli effetti collaterali.

CBD e perdita di peso

Un fattore che molte persone non conoscono, è che il corpo umano ha un sistema endocannabinoide al suo interno. Questo sistema risponde a diversi composti attraverso due recettori dei cannabinoidi (CB) che sono chiamati CB1 e CB2. Secondo alcuni studi condotti recentemente, questi due recettori possono avere una serie di implicazioni con l’aumento di peso di una persona.
Grazie alla CBD, a una maggiore attività fisica e a un’alimentazione controllata si può riuscire a ridurre il proprio peso e quindi raggiungere il peso forma.

Tra i punti a favore di questa sostanza, nel far perdere peso, ci sono sicuramente:

Riduzione dell’appetito. La maggior parte delle persone associano la cannabis all’aumento dell’appetito, ma il CBD è un componente che porta all’effetto contrario. Il tetraidrocannabinolo, il componente psicoattivo della cannabis, è la sostanza che porta ad avere fame e quindi è bene evitare se si vuole perdere peso.

Trasforma il grasso cattivo in grasso buono. In base a quello appurato in recenti studi, si presume che il CBD abbia la proprietà di trasformare il grasso bianco (detto anche grasso cattivo) in grasso marrone. Un grasso utile al corpo e che può essere bruciato per creare le calorie necessarie ad alimentarlo. È bene ricordare, che il grasso bianco quando è fortemente in eccesso nel corpo può portare a malattie cardiache e al diabete.

Bruciare il grasso. Grazie alle sue proprietà di trasformazione del grasso, come è stato detto in questa guida, la trasformazione da grasso bianco a grasso marrone permette anche di bruciare maggiori quantità di grasso. Incrementare l’attività fisica, fattore che permette quindi di bruciare più calorie, grazie alle proprietà della CBD permetterà di ridurre la quantità di grasso bianco nel corpo di una persona.

Rischi e considerazioni

Prendere la decisione di mangiare sano e di rendere più attivo il proprio stile di vita è sicuramente il primo passo da compiere se si ha intenzione di perdere peso.

Anche se gli studi sul CBD sono promettenti, senza un grande impegno personale è quasi impossibile che questa sostanza – o altre – possono fare dei miracoli. Kanabialica e CBD non sono un trattamento contro l’obesità, e quindi non possono sostituirsi ad un regime alimentare sano e ad un consulto con il proprio medico o nutrizionista.

Il CBD e tutti i suoi derivati, in congiunzione a un regime alimentare sotto controllo e a un’attività fisica idonea alle proprie condizioni, sono la soluzione migliore per chi ha intenzione di perdere peso in maniera concreta e duratura.